Iniziative in corso

Traduzione del test per scoprire il Patronus Traduzione dello Smistamento a Ilvermorny Guarda da vicino del vecchio Pottermore Scritti da J.K. Rowling Immagini di Pottermore Certificato di Pottermore Traduzione domande Smistamento a Hogwarts Traduzione domande Bacchetta Download vari

mercoledì 28 febbraio 2018

L'Angolo-cuccia di Pietra Stregatto: Gli Horcrux e l'Arco di Pietra dell'Ufficio Misteri: una relazione magica tutta da scoprire.





L'Angolo-Cuccia di Pietra Stregatto. 
Gli Horcrux e l'Arco di Pietra dell'Ufficio Misteri: una relazione magica tutta da scoprire.

Care Miagolanti Amiche e Miagolosi Amici,
a volte, devo scavare sotto la cuccia per tirare fuori temi che la Rowling non ha mai finito di trattare o chiarire, lasciando la fiammella della nostra curiosità ben accesa.
Eppure, nel caso di specie, è necessario raspare a fondo!





Un proverbio della Quinta Casa Segreta ci miagola che...'La curiosità ammazzò lo Stregatto, il Kneazle e il gatto', ma noi cercheremo di approfondire certe relazioni senza andare a riprendere gomitoli di lana rotolati oltre certi 'portali', come fecero i fantasmi della Casa di Violafucsia, Pepper Strappalacci e Amber Soffiastringhe.


                                 

Rinfreschiamo i nostri ricordi felini.
Nella saga di Harry Potter, gli Horcrux sono corpi di creature viventi, (Harry e Nagini), ovvero oggetti inanimati, (diari anelli, diademi, coppe, medaglioni, e forse frigoriferi), dove vengono nascosti frammenti della propria anima.
Ciò è possibile attraverso la più terribile e imperdonabile magia oscura che concerne la commissione di un omicidio: un assassinio per ogni Horcrux da creare (nella magia l'offerta 3 x 2 non esiste, sigh-miao!).
A seguito della lettura del libro intitolato 'Segreti dell'Arte più oscura', Hermione Granger ci racconta che, facendo a pezzi l'anima, si diventa 'instabili', anche producendo un solo Horcrux (figuriamoci sette).
Tuttavia, se la persona ha piena consapevolezza di ciò che ha fatto, e giunge al sincero pentimento, l'anima può ricongiungersi e 'sanarsi', (Cosa che è sicuramente avvenuta nel caso di Severus Piton nell'occasione della morte consensuale di Silente).
Ora, nulla miagolo-quaestio sul fatto che Tom Riddle avesse bisogno di uno psicologo e di un trattamento magico-sanitario obbligatorio al San Mungo (e qui ha fallito il sistema sanitario, come in molti casi babbani!...Ad onor del vero, c'è una lunga fila di bisognosi, specialmente tra i Mangiamorte, Bellatrix in prima fila).
In ogni caso, su ammissione dello stesso Silente, Voldemort è stato il Mago Oscuro che più di ogni altro ha superato i limiti della magia conosciuti, addentrandosi in settori magici inesplorati.
Infatti, è noto che il primo a creare un Horcrux è stato Herpo il folle, ma Voldemort lo ha superato nettamente in quantità, superando il numero magico di sette frammenti (ricordiamoci anche del frammento di anima che resta nel Signore Oscuro: il minimo sindacale, muahahahah!!!).
Non si conosce il limite di frammentazione massima ma, a quanto pare, più si frammenta l'anima e più essa diventa instabile, separandosi dal corpo del soggetto senza bisogno della magia specifica per Horcrux e agganciandosi all'unico corpo vivente nelle vicinanze.
Ad esempio, un neonato protetto dalla magia antica prodotta dall'Amore.
Pertanto, miao, l'instabilità massima creata dall'ingente numero di Horcrux prodotti, ha contribuito a creare l'Horcrux di Harry Potter, quello di cui il Signore Oscuro era...all'oscuro (scusate il gioco di parole miagolate, ghghgh!).
Il fatto che il livello di instabilità dell'anima sia direttamente proporzionale al numero di Horcrux prodotti, è una vera e propria scoperta magica scientifica attribuibile a Tom Riddle.
Sette vite o cavie umane sulla coscienza...il prezzo pagato per ottenere l'Immortalità.
In confronto a Voldemort, il Dottor Faust era un bambino.
E finché non sono tutti distrutti, gli Horcrux hanno l'effetto di rendere immortale il mago oscuro che li ha creati.
Infatti, sebbene, Voldemort fosse stato colpito di rimbalzo da un Avadakedavra, non muore, ma rimane vivo, anche in una forma incorporea: mantiene cioè il codice fiscale magico ma non paga le tasse.

                                  

Ciò Premesso, in questo miagolante angolo di riflessione, ci si domanda se un mago come Voldemort, protetto dai suoi Horcrux fosse stato in grado di entrare e uscire indenne dal famoso Portale dell'Arco di Pietra, oltrepassando incolume il velo nero, andata e ritorno, ghghgh!
Ovviamente, Voldemort non aveva lo spirito dello scienziato, e neanche dell'esploratore; desiderava battere altri obiettivi, e non poteva neanche rischiare di far fare l'esperimento ad un altro mago, altrimenti avrebbe avuto un potenziale avversario, immortale come lui e, forse, con nuove conoscenze di magia oscura.
Comunque, a differenza dell'anima di Tom, la nostra curiosità rimane intatta.

Sta di fatto che, nel nostro blog, non è la prima volta che trattiamo dell'Arco di Pietra, del velo nero, e dei suoi mormorii, che solo Harry e Luna potevano sentire (come solo loro potevano vedere i Thestral, e forse per lo stesso motivo).
Nell'occasione, però, si potrebbe aggiungere l'ipotesi che il Portale venisse usato, in tempi antichi, per condannare a morte le persone (il Macusa farebbe carte false per averlo, ma è chiaro che non dispongono di un altro portale simile: abbiamo visto, infatti, le modalità con cui volevano condannare a morte Porpentina Goldstein e Newt Scamander).
Inoltre, si potrebbe anche azzardare che la condanna definitiva tramite passaggio oltre il velo nero potrebbe essere stata resa vana dall'uso della magia degli Horcrux.
Del resto, finché non sai quali Horcrux ha creato il condannato a morte, e fino a quando non li hai distrutti tutti, non puoi ucciderlo, forse neanche con il passaggio oltre il velo.

Oppure è vero il contrario?
Che siano il portale dell'Arco di Pietra e il suo velo nero le risposte alla creazione degli Horcrux?
Cioè l'unica magia utilizzabile per uccidere un maghi e streghe...anche protetti e resi immortali dagli stessi Horcrux?
Miao, che ipotesi interessante! Spiegherebbe molte cose, miao!!!


                              


Noi, vi possiamo solo miagolare che Amber Soffiastringhe e Pepper Strappalacci sono morti inseguendo un gomitolo stregato oltre il velo nero e sono diventati i fantasmi della quinta segreta Casa di Violafucsia.
Ma essi non ci possono miagolare della loro esperienza post-mortem: se solo pronunciassero un accenno di miagolio su cosa ci attende al di là del velo, la loro 'vita' da fantasmi felini si concluderebbe, e verrebbero richiamati...nell'Oltre!

Giunti a questo punto, non ci resta che tirare le somme feline, esaminare gli effetti degli Horcrux su Voldemort e capire se una 'gita turistica' oltre il velo nero sia magicamente possibile, tasse di sbarco permettendo.

E' indubbio che Voldemort, benché colpito dalla maledizione Avadakedavra, l'unica in grado di togliere istantaneamente la vita, non muore.
Quindi, Gli Horcrux non hanno deluso e resistono alla più letale delle  tre Maledizioni Senza Perdono, anche se il vecchio Tom è costretto a vivere per diversi anni in forma incorporea, oppure come 'parassita' di altri corpi.
A questo punto la domanda è...ammesso che il velo del Portale sia un accesso al mondo dell'Oltre, e non un semplice portale internet-mortuario per mettersi magicamente in comunicazione con i mormorii del caro estinto, è possibile per un mago protetto da Horcrux entrare e uscire, anche in forma incorporea, dall'Arco di Pietra?
E se gli Horcrux fossero stati creati proprio per questo?
Non tanto per assicurare l'immortalità, ma per garantire una specie di 'passaporto' per entrare da vivente nel mondo dei morti e parlare con loro?
Qui si potrebbe obiettare che sarebbe bastata la Pietra della Resurrezione.

                                      

Ma quali poteri o conoscenze di magia oscura avrebbe potuto acquisire Voldemort, se avesse deciso di avventurarsi oltre il velo?
Sia chiaro, nessuno dei due fini giustifica i mezzi, cioè l'assassinio: la scienza magica dovrebbe porsi dei limiti etici.

Resta comunque in piedi o sulle zampe l'altra ipotesi su-miagolata, cioè quella della creazione dell'Arco di Pietra in risposta alla creazione degli Horcrux, al fine di eliminare gli effetti di quest'ultima magia oscura, e uccidere il condannato a morte reso immortale dagli Horcrux, a prescindere dalla distruzione degli Horcrux stessi, magari irreperibili e in circolazione.

D'altra parte, come sappiamo, è possibile che gli Horcrux non siano oggetti ma esseri viventi!
Dal momento che la pena di morte è già discutibile di per sé...quale sistema giudiziario ucciderebbe altre persone o animali oppure creature diverse, sfortunatamente ospitanti Horcrux, al solo scopo di fare Giustizia e togliere la vita a un singolo condannato?
Sarebbe una politica della Giustizia non solo discutibile per l'adozione della pena di morte, ma anche 'folle', con rispetto per i Folletti, ghghgh!.

...Solo per un semplice 'interesse 'accademico', come disse già una volta Tom Riddle al Professor Lumacorno, voi che ne miagolate?
Miagolamente Vostro, Pietra Stregatto all'inseguimento del gomitolo Horcrux.



14 commenti:

  1. FelicisBiancospino280007 marzo 2018 22:54

    Miao a tutti, e perdonate l'ora: si sa che l'ispirazione è capricciosa,ghghgh!Purtroppo sono impossibilitata a rimandare le osservazioni ad un altro momento per cause di forza maggiore (nella fattispecie, scuola Babbana: uff, che barba!). Le mie considerazioni sono dunque le seguenti: e se il Velo fosse un portale "a senso unico"? Correggetemi se sbaglio, magari mi sfugge qualcosa... Solo i vivi possono accedere all'Oltre, coloro che sono morti veramente (non fantasmi, per intenderci) non possono tornare indietro, se non grazie alla Pietra della Resurrezione(su cui peraltro avrei una piccola teoria, che purtroppo non è abbastanza concreta da poter essere veramente presa in considerazione in qualità di ipotesi). In virtù di questa legge, dubito che esista veramente un corrispettivo del velo, un "portale per l'Aldiqua" nell'Oltretomba...Dopotutto, immagino che prima o poi qualcuno avrebbe cercato di servirsene. Immagino che colui che, essendosi ancorato alla vita con uno o più Horcrux, provi ad attraversare incolume il portale si trovi "bloccato" in uno stadio intermedio, non veramente morto, non veramente vivo...più o meno come Voldemort dopo quel fatidico 31 ottobre, con la differenza che, trovandosi i "resti" dell'anima oltre al portale, non possa tornare nel mondo dei viventi, dove avrebbero qualche chance di tornare (all'incirca) in vita. Voi che ne pensate? Grazie per avermi sopportato (in ogni caso, la vostra teoria era molto più interessante). Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao FeliceBiancospino28000,
      la tua è una ipotesi interessante, e quindi, vediamo di analizzarla miagolamente!

      Intanto, se il Portale fosse a senso unico per i morti, ciò significherebbe che c'è una possibilità di tornare indietro per i vivi.
      Quindi, secondo la tua ipotesi, il 'senso unico' per i morti, non esclude il 'doppio senso di circolazione per i vivi, ghghgh!
      C'è però un problema: se si varca quella soglia si muore, e pertanto, i vivi diventerebbero morti e non esisterebbe più questione sull'esistenza del senso unico per chi vi entra, da vivo o da morto (come Sirius).
      Anche i Fantasmi sono comunque persone morte, che forse, per la loro stessa condizione di fantasmi, non essendo ancora andati 'avanti', potrebbero tornare indietro attraverso il portale. Chissà! Il Portale come varco per i fantasmi?

      Poi entrano in gioco gli Horcrux....Una persona 'viva' protetta da Horcrux, che rendono immortali, può entrare ed uscire dal portale a suo piacimento senza morire?

      Se tale persona, tipo Voldemort, non potesse tornare indietro, ci troveremmo di fronte a un incredibile paradosso: quasi la totalità della sua anima che teoricamente dovrebbe andare oltre, rimarrebbe nel mondo dei vivi a pezzetti, in qua e là, mentre il suo corpo si troverebbe nel'Al di là con l'ultimo pezzo di anima rimasto (sempre protetto da Horcrux attivi nel Al di qua).
      Un vero rompicapo da Nick Quasi Senza Testa, ghghgh!

      A mio miagoloso avviso, prima di addentrarci in queste strade a senso unico o a doppio senso di circolazione, dovremmo chiederci felinamente perché il portale è stato costruito magicamente.

      In risposta a cosa? Alla minaccia della magia oscura degli Horcrux?

      Se è stato costruito per rendere inefficace la magia degli Horcrux, allora tutto si semplifica: una volta che la persona protetta da Horcrux è gettata nel portale muore definitivamente, perché la magia degli Horcrux è neutralizzata da quella del portale.

      Ciò darebbe anche un senso alla creazione magica del portale, dal momento che quando un mago o una strega 'non protetta' dagli Horcrux muore di morte naturale nel suo letto o viene ucciso, non ha certamente e necessariamente bisogno di essere gettato oltre il Portale stesso per andare 'Avanti'.
      Inoltre, se ci si pensa bene, per condannare a morte qualcuno, basta un'AvadaKedavra, e quindi, che senso ha la teoria di gettare il condannato nel portale?
      E' forse più moralmente accettabile uccidere qualcuno tramite una spinta in quel portale che non per mezzo di un fulminante e quasi indolore Avadakedra?
      Sono sicuro che un giorno Gli Indicibili, gli Immiagolabili, e forse anche la Rowling, si decideranno a darci una risposta.
      Nel frattempo, fra le varie teorie formulate,vediamo che ci indovina...o ci zampetta più vicino, ghghgh!
      Tuo Stregattaccio (che in ogni caso è contro la pena di morte).

      Elimina
  2. FelicisBiancospino280009 marzo 2018 18:58

    Grazie mille per la tua brillante risposta! Hai ragione, la mia teoria è abbastanza infondata. Permettimi di porti un'ulteriore domanda: come mai al Ministero nessuno si è chiesto se Voldemort possedesse degli Horcrux? Dopotutto, il Velo e l'Arco di Pietra sono stati creati appositamente per neutralizzare i criminali protetti da un Horcrux e ciò significa che il Ministero aveva già avuto a che fare con questi oggetti oscuri in passato. Come mai nessuno (tranne Silente) ha immaginato che Voldemort avesse creato degli Horcrux? Durante il governo Caramell, naturalmente, posso capire come mai nessuno volesse ipotizzare un suo ritorno: tutti o quasi credevano che il Signore Oscuro fosse bell'e che stecchito, e anche se qualcuno avesse messo in dubbio la morte di Voldemort, nessuno avrebbe voluto crederci: dopotutto, anche dopo il suo effettivo ritorno si è verificato un negazionismo quasi totale. Ma durante l'ascesa di Voldemort? Come mai nessuno se ne è preoccupato? E se sì, perché la teoria è stata immediatamente scartata? Se ben ricordo, durante i libri, solo Silente aveva seriamente preso in considerazione l'idea, e comunque ne ha informato Harry solo durante Il Principe Mezzosangue. Non saprei...Tu hai una risposta? Scusa, la domanda è un po' stupida, ma non riesco a giungere a una conclusione da sola. Grazie mille e baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao FelicBiancospino28000,

      Le domande non sono mai stupide, ma sintomo di curiosità che sviluppa gli interessi, la passione per qualcosa, e l'intelligenza: avvicinarci alla conoscenza o una verità, ci aiuta sempre a essere migliori.

      Riferiamoci, innanzitutto, alla reazione del 'mago medio' nella società inglese quando sente parlare di 'Horcrux', e prendiamo ad esempio Horace Lumacorno: il primo problema che si presenta è di 'cultura magica'.
      Tutti noi sappiamo, miao, come ha reagito il professor Lumacorno alla domanda di Tom Riddle, e poi, molti anni dopo, alla stessa domanda riferita da Harry Potter: il tempo trascorso non è stato sufficiente a cambiare le cose.
      Gli Horcrux sono una specie di tabù, qualcosa di cui è meglio non parlare.
      Non solo l'argomento è trattato in libri 'censurati' nel Reparto Proibito, per i quali occorre un permesso speciale, ma è ritenuto immorale il solo fatto di insegnare tale magia.

      E' curioso che a Hogwarts si permetta di trattare le Maledizioni senza Perdono Avadakedavra e non si accenni mai agli Horcrux, dal momento che la prima è il presupposto per la seconda magia. A quanto pare, l'Immortalità è un argomento scottante: lo stesso Flamel preferisce morire, d'accordo con Silente, piuttosto che mettere Voldemort in condizioni di acquisire tale stato.

      Come mai al Ministero nessuno si è chiesto se Voldemort possedesse degli Horcrux?
      Bé, oltre alla questione culturale, sappiamo storicamente che l'unico che ha diviso l'anima (in sole due parti)fu Herpo il Folle, e poi nessun altro ci ha mai più riprovato.
      Quindi, possiamo ipotizzare che il pericolo è stato sottovalutato, che Caramell è e rimarrà sempre Caramell, il simbolo di un uomo politico cieco e sordo a ciò che accade nella sua società, e che forse, tale magia ha un livello di difficoltà tale da non essere alla portata di tutti, ma solo di maghi come Voldemort e Silente.

      Durante l'ascesa di Voldemort, in effetti, solo Silente comincia a nutrire dubbi, specialmente dopo il secondo anno (il diario di Riddle), ma si può affermare che rimane sorpreso anche lui, a tal punto da dichiarare a Harry che Voldemort si era spinto nel campo della scienza magica dove nessun altro aveva osato entrare.

      Del resto, anche nel mondo Babbano, ci sono cose che da un punto di vista psicologico preferiamo ritenere inesistenti, perché pensiamo che nessun essere umano ne sarebbe capace, e invece...
      Ultimamente abbiamo molti fatti di cronaca che ci hanno lasciati sgomenti, che ci hanno fatto gridare...'Non è possibile!!!...'Non ci credo!!!'
      Eppure sono accadute, ma si fa fatica ad accettarle, perché sono avvenute lontano da noi, o perché sono accadute ad altre persone, oppure perché ci sembrano il raro frutto di una semplice mente malata.
      Evidentemente, certi uomini sono capaci di fare incredibili gesti eroici, altri di compiere le imprese più mostruose e mai concepite.
      L'unica cosa che possiamo fare di fronte a questa verità è non mettere la testa sotto terra come gli struzzi, e lavorare su di noi imparare a essere 'migliori', culturalmente, moralmente, umanamente, e anche miagolamente.

      In conclusione, le cause che hanno contribuito a rendere cieco e sordo il mondo magico di fonte a certe evidenze, sono molteplici, e sono le stesse che rinveniamo nella società Babbana: arretratezza culturale, questione psicologica del rifiuto della realtà, sottovalutazione dei fatti, personaggi politici incapaci di scoprire e risolvere i problemi provenienti dalla società prima che scoppi il caos, la vergogna di parlarne, e infine, la stupidità, l'ignoranza e la cattiveria umana.
      Eh, si, perché anche i maghi e le streghe sono esseri umani, e possono sbagliare valutazioni, ma alcuni devono proprio andare a fare ripetizioni dai Troll, mentre altri dovrebbero essere rinchiusi per sempre ad Azkaban.
      Tuo Stregatto.

      Elimina
  3. FelicisBiancospino2800010 marzo 2018 21:43

    Grazie mille Pietra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao FeliceBiancospino28000,
      felice di essere stato miagolosamente utile!

      Elimina
  4. Miao anche da me...

    Ho (ri)letto quello che avete scritto, Stregatto e FelicisBiancospino, la faccenda dell'arco che funziona da Portale per l'ultradimensionale (che lo si intenda per ultraterreno, inferi compresi, oppure come universo parallelo usato come discarica di con-dannati, come i britannici babbani fecero qualche secolo fa in direzione Australia, viaggio di sola andata) è possibile e ipotizzabile, però richiederebbe un serio intervento da parte dell'autrice per giustificarlo.

    Come "normale" patibolo magico, invece, sarebbe più plausibile e non richiede complicate spiegazioni (o perlomeno se accetti la metropolvere non ti preoccupi troppo di un arco velato), d'altra parte la posizione (dentro il Ministero, a poca distanza da dove si svolgono i processi) e la disposizione (l'area a gradoni che sembra concepita perché la condanna venga eseguita in presenza di testimoni, non potendola comminare in luoghi aperti dopo l'entrata in vigore dello Statuto di Segretezza) sembrano elementi che, da soli, possono giustificarlo.

    La scelta di Azkaban come prigione magica ha, per così dire, semplificato il lavoro al ministero, col lavoro sporco che veniva esternalizzato, e l'arco è rimasto inoperativo, con possibili ma rari effetti collaterali (Sirius, per esempio).

    Che fosse abbastanza potente da eliminare anche i condannati horcrux-muniti è possibile, anzi probabile (se fosse trapelato che la pena capitale era inefficace contro di loro, anche nel passato, penso che gli horcrux sarebbero stati molto più presenti), se poi questi erano (e sono tuttora) solo impossibilitati a tornare indietro e recuperare le loro rispettive anime (spezzate, ma sempre in attesa) credo che

    -a- ai giudici e ai boia non importasse molto, una volta appurato che restavano "oltre";
    -b- fossero la possibile origine delle voci indistinte sentite da Harry e Luna.

    L'ultimo punto fa pensare che di maghi che avevano creato un horcrux per garantirsi una protezione dalle maledizioni letali ce n'erano diversi, non tantissimi ma un certo numero, e quando venivano scoperti (e condannati, perché se hai un horcrux vuol dire che hai ucciso sicuramente) dovevano essere eliminati così, evitando al Ministero una laboriosa e forse infruttuosa caccia all'horcrux.

    Era necessaria una magia molto potente per creare un tale manufatto? Indubbiamente, ma tra un'esecuzione e l'altra c'erano gli indicibili che potevano esaminarlo, anche se non è chiaro chi doveva controllare l'avanzamento dei loro studi (c'è sempre il sospetto che i risultati acquisiti non venissero messi a disposizione di altri studiosi ma del migliore offerente).

    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao AurorUnicorno,

      sono miagolamente certo che prima o poi la Rowling si deciderà a offrirci più informazioni sul portale dal velo nero, magari nel corso della Pentalogia dei films di 'Animali Fantastici'.

      In ogni caso, il fatto che il portale sia dentro il Ministero, non esclude che, prima che vi fosse costruito intorno il Ministero stesso, il Portale servisse anticamente a qualcos'altro.
      Ad esempio, come mezzo di comunicazione con il caro estinto, ghghgh!
      Un mormorio un galeone!

      Altre domande affascinanti che ci potrebbero aiutare ad avvicinarci zampettamente alla verità sono le seguenti:
      Esiste solamente un portale?
      E se, per ipotesi, ne esiste solo uno, il fatto che sia 'unico' è un indizio per capirne la funzione?
      E infine...perché chi aveva il potere di creare portali ne ha costruiti uno e basta?

      Non sarà mica il portale dal velo nero la fonte del 'Big Bang' magico, da cui tutto l'universo dei maghi e delle streghe ha avuto origine?

      Letto quanto sopra, Sthephen Hawking, studioso dei buchi neri e uno dei più grandi fisici quantistici, si sta rivoltando nella tomba.
      Tuo Stregattaccio complicatore della vita lavorativa degli Indicibili e degli Immiagolabili.

      Elimina
  5. Ciao,
    Buona Primavera a tutti!
    Ho visto la proposta di Catalina per un sondaggio sulla Mini-Chat. E' carina non vi pare??
    Tu che ne pensi Pietra Stregatto?
    Ciaooo
    Bonnie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao Bonnie,
      è un'ottima e miagolante idea, ma la veste grafica del sondaggio è di competenza di Eileen che, al momento, è in pausa per pressanti impegni lavorativi.
      E quindi, dobbiamo attendere il suo ritorno. Al momento non è prevedibile una data certa.
      La aspetto come voi, con miagolante fiducia, ghghgh!
      Tuo Stregattaccio.

      Elimina
  6. Ciao Pietra Stregatto,
    ho letto e riletto i vostri messaggi e direi che sono un po' confusa.
    Io sapevo che quell'arco serviva al ministero per studiare i morti, mi sbaglio?
    E poi c'è un'altra cosa per cui sono andata in confusione... Ho visto su internet cercando "Fantasmi Harry Potter" che i morti possono diventare fantasmi solo lasciando una "traccia" (come ad esempio la paura della morte di Nick quasi-senza-testa, il desiderio di vendetta di Mirtilla Malcontenta...).
    Ma non l'ho capito a pieno.
    Lo so è una domanda infondata e sinceramente non ci capisco niente di fantasmi, ma: quale traccia bisogna lasciare per diventare fantasmi? E questo c'entra qualcosa con l'arco, il velo ed il portale??
    Ok.. se non volete risondermi non importa, ma tutto ciò mi manda in confusione.
    Tanti Saluti
    Bonnie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao Bonnie,

      Come disse il professor Severus Piton...'I fantasmi sono impronte di anime dipartite'.
      Sostanzialmente appaiono con una immagina fedele allo stato in cui erano quando sono morti. Questa immagine è la traccia di cui miagolavi o parlavi tu.

      Altro è il motivo che lega le persone decedute ancora allo stato di fantasmi, come il desiderio di vendetta, etc..
      E' incerta la loro possibilità di andare 'Avanti'. Per esempio, Mirtilla rimane a Hogwarts anche dopo l'uccisione del Basilisco.
      Sul punto, la Rowling dovrebbe dire di più in futuro.

      Per quanto riguarda gli Indicibili o gli Immiagolabili, essi non studiano i morti, ma lo stesso Portale da cui alcune persone, a certe condizioni, possono sentire mormorii.
      Allo stato attuale, non sappiamo niente di cosa ci sia al di là del velo.
      Anche la sua funzione e il sono utilizzo sono incerti.
      L'unica cosa che possiamo fare è raccogliere indizi e fare ipotesi, come nel post pubblicato.

      Cosa sappiamo oggettivamente?

      A) Harry e Luna hanno visto morire delle persone, amici e familiari, quindi possono vedere i Thestral e, guarda il caso, sentire mormorii al di là del velo.
      Come puoi notare, il punto fondamentale in comune è la loro esperienza nell'essere stati coinvolti emotivamente in una perdita di una persona a loro cara.

      B) Premesso quanto sopra, si può ipotizzare un collegamento tra la suddetta esperienza con la morte e i mormorii. Pertanto, i mormorii potrebbero appartenere a persone morte.

      C) La Rowling descrive il duello al Ministero tra Sirius e Bellatrix. La prima volta Bellatrix gli lancia un fiotto di luce rossa (non è un Avadakedavra), il secondo fiotto che colpisce Sirius non sappiamo di che colore sia, ma fa cadere Sirius, vivo o morto, oltre il velo. Sta di fatto che, sia caduto vivo o caduto morto, lui non torna indietro.

      D) Infine, nell'ultimo libro, grazie alla Pietra della resurrezione, abbiamo la certezza che Sirius è comunque morto, ucciso da Bellatrix con un Avadakedavra oppure schiantato e poi ucciso dal passaggio oltre il velo.
      "Fa male?" chiese Harry.
      "Morire? Niente affatto" rispose Sirius. "E' più veloce e più facile che addormentarsi".

      E) I morti vanno 'Avanti' o divengono 'Fantasmi' anche senza passare dal Portale.
      Ma allora, qual'è la vera funzione peculiare del Portale dal velo nero?

      E' sinceramente poco materiale su cui lavorare, e le ipotesi si sprecano.
      Come dice Silente...'una più improbabile dell'altra', ghghgh!

      Possiamo solo concludere che c'è un alto grado miagolante di probabilità che il portale abbia a che fare con le anime dei morti. Punto.
      Miagolamente Tuo, Pietra Stregatto.

      Elimina
  7. Spero che in futuro la Rowling ci dia più informazioni sul velo, l'arco ed il portale..
    Io continuo comunque a fare ricerche: vi informo, qualunque cosa scopro.
    Ciao
    Bonnie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao Bonnie,
      Ti ringrazio per le ricerche! Qualunque cosa sia sfuggita alla nostra attenzione può essere utile. Fusa e zampetta!

      Elimina

AVVISO: Benvenuti! Potete commentare pur non essendo registrati, ma sapete che è possibile inserire un nickname? Nella tendina "Commenta come" c'è l'opzione "Nome/URL". Inserite soltanto un nome e cliccate su continua, potrete così identificare facilmente i vostri commenti! Buona permanenza nel blog!

Harry Potter - Sorting Hat 3