Iniziative in corso

Traduzione del test per scoprire il Patronus Traduzione dello Smistamento a Ilvermorny Guarda da vicino del vecchio Pottermore Scritti da J.K. Rowling Immagini di Pottermore Certificato di Pottermore Traduzione domande Smistamento a Hogwarts Traduzione domande Bacchetta Download vari

giovedì 14 dicembre 2017

L'Angolo-cuccia di Pietra Stregatto: Brevi miagolanti riflessioni sul ruolo dell'Ufficio Misteri in relazione alle Profezie


L'Angolo-Cuccia di Pietra Stregatto:
Brevi miagolanti riflessioni sul ruolo dell'Ufficio Misteri in relazione alle Profezie.


Care Miagolose Amiche e Miagolanti Amici, 
non si può negare che il quinto libro di Harry Potter, 'L'Ordine della Fenice' sia sempre stato felinamente ricco di novità interessanti che, prima del ritorno di Voldemort, non erano state sufficientemente trattate o prese in considerazione.
Uno dei luoghi più affascinanti della saga è certamente l'Ufficio Misteri e l'enorme sala dove vengono custodite le Profezie, presso il Ministero della Magia.
Chi non ha mai desiderato visitarlo almeno una volta? ( E mettere la Umbridge dentro la vasca dei cervelli).
Chi non vorrebbe fare uno stage lavorativo (pagato, eh!) come 'Apprendista Indicibile o Immiagolabile' per almeno qualche mese e scoprirne tutti i misteri?

Tuttavia, è mia miagolosa opinione che l'Operato dell'Ufficio Misteri sulle Profezie e le norme magiche che le riguardano sollevino alcuni dubbi e perplessità.
Insomma, se tutto deve avere una logica, seppur magica e sgattaiolante, è bene ricercarla e comprenderla insieme.

                                 

Facciamo una breve premessa generale.
Le Profezie sono previsioni sul futuro su fatti concernenti persone che, secondo Silente, sono di libera interpretazione e da considerarsi non ineluttabili.
Esse sono catalogate all'Ufficio Misteri con un numero, racchiuse magicamente in una sfera o boccia di vetro, riposte ordinatamente su uno scaffale, e possono essere ritirate solo dai diretti interessati, (nel caso della Profezia di Sibilla Patricia Cooman fatta a Albus Percival Wulfric Brian Silente, Harry e Voldemort sono 'presumibilmente' i diretti interessati).
Inoltre, recano le sigle dei nomi di chi ha espresso la Profezia e di chi l'ha ascoltata 'integralmente' (nel nostro caso S.P.C. e A.P. W. B. S.).

Miagolato ciò, cercherò di esporre i miei dubbi e le zampettanti riflessioni in ordine alle procedure 'amministrative' e 'normative' dell'Ufficio Misteri, con particolare riguardo alla conservazione delle Profezie e ai rapporti giuridici con i 'presunti' diretti interessati (perché non possono altro che essere presunti, o in ogni caso, individuati con un alto grado di probabilità, che di certo non raggiungerà mai il 100%. Non almeno prima che le predizioni si avverino!).

Dunque, miao, se le Profezie sono state collocate nell'Ufficio Misteri, significa che esse sono considerate dei veri e propri misteri, ghghgh!....Fin qui ci arrivavano anche Tiger e Goyle.....o no?
Ma si tratta di misteri particolari, nel senso che, a differenza di altri, le Profezie possono prendere un certo significato oppure una direzione più o meno facilmente interpretabile con il trascorrere del tempo e la successione degli eventi.
A tal proposito non posso pensare che gli Indicibili, lautamente pagati dal Ministero della Magia per studiare anche le profezie, stiano in quell'Ufficio a grattarsi via tutto il giorno le pulci magiche.
E' quindi chiaro che, nel periodo del quindicenne Harry Potter, gli Indicibili, e quindi anche il Ministero, non potevano non sapere che Voldemort sarebbe ritornato a breve termine.
Inoltre, Harry Potter era il famoso bambino sopravvissuto.
Chi meglio di lui quale presunto 'diretto interessato'?
Era pertanto abbastanza facile dedurne, con un alto grado di probabilità, che Voldemort avrebbe fatto il suo ritorno nel periodo vissuto da Harry.
D'accordo, l'ultimo problema era l'individuazione del 'quando', mica poco.
Ma Cornelius Caramell sperava di andare in pensione prima del suo ritorno e godersi il vitalizio, ghghgh!

                                 

A questo punto, alcune miagolanti domande.

A) Perché, attesa la previsione di legge, l'Ufficio Misteri non avvisa i diretti interessati che c'è una profezia che li riguarda, o meglio ancora.... che senso ha prevedere che 'solo i diretti interessati' possano ritirarla se poi non si mettono in condizione tali persone di sapere che c'è una profezia che potrebbe riguardarli e che forse potrebbero andare a ritirarla?

B) Perché le sfere sono protette da incantesimi potentissimi che le difendono dagli 'estranei alla profezia', ma non c'è nessun incantesimo che impedisca a questi contenitori di vetro in infrangersi se gli scaffali vengono ribaltati oppure si rompono?

L'assurdità della previsione di questa legge magica (forse incompleta), di pretendere di far ritirare le profezie solo a diretti interessati che non sanno dell'esistenza della profezia stessa, e di non avvisarli, neanche in via presuntiva, di essere i probabili diretti interessati è una palese miagolarità umana!
Perché non avvisare Harry Potter, per esempio?
Non bastava essere sopravvissuto ad un Avada Kedavra del Signore Oscuro per essersi guadagnato la qualità di diretto interessato da avvisare?
A questo punto, la storia sarebbe cambiata, certo. O forse bastava aggiungere alla norma le seguenti parole: solo i maggiorenni possono essere avvisati della profezia, e possono tentare di ritirarla a loro rischio e pericolo. Ma su questo punto, la legge non dice nulla.
E dove la legge non miagola....non miagola, sigh!

L'unica cosa che può pensarsi, al fine di salvare le attività dell'Ufficio Misteri, è che le Profezie sono semplicemente custodite e non studiate dagli Indicibili, che limitandosi a tale compitino, non possono avvisare nessuno. Magari le puliscono dalla polvere...ma per un Indicibile, che ha studiato tanto per divenire tale, non deve essere professionalmente confortante.
In tale ipotesi, però, ecco l'esempio di una norma di legge magica che non ha né capo né coda, come ce ne sono tante in giro per il mondo babbano, e che è suscettibile non trovare mai applicazione...(solo i diretti interessati possano ritirare le profezie, appunto).
Io preferirei scartare una conclusione simile per non offendere i poveri Indicibili, forse sottopagati dal Ministro, (Con Caramell in giro...a pensare male di lui si commette peccato, ma ci si indovina!).

E veniamo agli incantesimi protettivi delle sfere. Questo è un problema minore rispetto a Voldemort, ma quante sfere sono andate perduta durante la battaglia all'Ufficio Misteri?
Un patrimonio della Comunità Magica andato perduto?
Possibili che non ci fosse stato un incantesimo a protezione di una loro possibile caduta accidentale?
E qui, possiamo osservare che, sebbene stiamo miagolando di un mondo magico, ci sono problemi che certe Amministrazioni Pubbliche Babbane avrebbero risolto in modo migliore e con più efficienza, e precauzioni, magari con un tappeto di morbidi materassi, ghghgh!
E io l'avrei testato per primo per le mie pigrate.

Infine, se si parte dal presupposto che l'individuazione del diretto interessato non è mai certa al 100%, altrimenti la profezia non sarebbe un mistero, che senso ha prevedere che i presunti diretti interessati possono ritirare le profezia e dotare contemporaneamente le sfere di incantesimi tali da sconvolgere la mente a chi si sbaglia sulla valutazione dell'esistenza del proprio diretto interesse? (Da qui la circolare ministeriale: meglio non avvisare nessuno, o rischiamo di finire tutti ad Azkaban, ghghgh!).
Infatti, se si fosse presentato Neville, sarebbe andato a fare compagnia ai suoi genitori, in un reparto del San Mungo.

                                

In conclusione, l'unico modo di applicare questa benedetta legge sulle Profezie pare essere il seguente.
Si dovrebbe interpretare autenticamente il testo normativo 'solo i diretti interessati possano ritirare le profezie' nel senso che l'interessato può ritirare la profezia solo quando quest'ultima può considerarsi già avverata.
Per esempio, Harry avrebbe potuto ritirarla, nella totale sicurezza di non essere fulminato dai suddetti incantesimi protettivi, solo dopo aver ucciso il Signore Oscuro.

Scusate se insisto su questo curioso punto magico-buracratico.....ma chi è il diretto interessato idiota a cui importa di ritirare una profezia già avverata? Quale utilità avrebbe a quel punto?

Questo ci riconduce alla questione delle sfere distrutte. Forse, la maggior parte di quelle sfere erano profezie già avverate e non ritirate. Se così fosse, allora, non ci siamo persi niente, e la battaglia dell'Ufficio Misteri è giunta al momento giusto, per fare un po' di pulizia di 'scartoffie di vetro'.
Il Ministero della Magia ringrazia Harry Potter per questo, e anche noi, ghghgh!

A proposito, miao, secondo voi c'era una profezia che aveva previsto la futura distruzione della maggior parte di sfere di vetro durante la suindicata battaglia?
Ciò Giustificherebbe la mancanza degli incantesimi anti-caduta, ma solo se consideriamo le profezie ineluttabili.
Come già sappiamo, Silente, ministro mancato, non sarebbe stato d'accordo sulla loro ineluttabilimiagolità. A voi, la miagolosa parola!
Miagolamente Vostro, Pietra Stregatto.


giovedì 7 dicembre 2017

L'Angolo-cuccia di Pietra Stregatto: perché nascondere l'esistenza della profezia custodita nell'Ufficio Misteri a Harry Potter?


L'Angolo-Cuccia di Pietra Stregatto: perché nascondere l'esistenza della Profezia custodita nell'Ufficio Misteri a Harry Potter?


Care miagolose Amiche e miagolanti Amici,

è mia miagolante opinione che i misteri britannici del mondo della Magia non siano tutti nascosti e ben custoditi a Londra, nell'Ufficio Misteri.
E' pur vero, che gli Indicibili hanno sempre fatto un egregio lavoro, come gli Immiagolabili dell'Ufficio Misteri Felini, ma certe scelte misteriose, 'più letterarie' sfuggono a entrambe le suddette istituzioni.
Infatti, alcuni di questi 'misteri' sono in agguato nei libri della Rowling, pronti a ghermire la nostra attenzione non appena i nostri pensieri si elevano felinamente oltre la pigrata e il contesto storico del 'momento' vissuto dal nostro Harry.
Ancora oggi, dopo aver letto e riletto il Quinto Capitolo del Libro Quinto, 'L'Ordine della Fenice', non so darmi una spiegazione logica sul motivo per cui la Signora Weasley voleva nascondere l'esistenza e il contenuto della famosa profezia conservata nell'Ufficio Misteri, a disposizione di Harry Potter oppure di Voldemort.
Sissì, perché la profezia di Sibilla Cooman riguardava entrambi, e quindi, ognuno di loro avrebbe avuto diritto a ritirarla!

Ce lo vedete il Signore Oscuro a riempire un modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi del Ministero della Magia, ghghgh?
"Codaliscia, ti sei dimenticato di applicare la marca da bollo!"
"Pietà padrone, la pago io...".
"Il tabaccaio è ancora chiuso, Codaliscia. Dovevi comprarla prima. Quanto tempo prezioso perduto!...Cruciooooooooooohhhh!!!".
Intanto il tabaccaio era già sgattaiolato via, entrando dentro l'armadio svanitore delle pipe preferite da Mundungus (l'unico che fuma nella saga, credo. Con poca pace di Molly).

                                 

Che Voldemort volesse uccidere Harry era il 'segreto di Pulcinella...o la scoperta dell'acqua Lete calda, se preferite.
Che Harry portasse rancore a lui per l'assassinio dei suoi genitori e desiderasse vendicarli era oltremodo chiaro.
Dunque, anche senza la profezia, probabilmente, si sarebbero scontrati lo stesso, e uno dei due non sarebbe sopravvissuto all'altro, come in effetti è accaduto.

Tuttavia, dal momento che Voldemort aveva già tentato di uccidere Harry l'anno precedente, durante la terza prova del Torneo Tremaghi, (per non parlare di quando era neonato), e che il ragazzo sopravvissuto quindicenne, (non essendo un Troll), aveva ben compreso le intenzioni del Signore Oscuro, il quesito miagoloso è il seguente:
Che cosa avrebbe aggiunto alle sofferenze di Harry Potter conoscere il contenuto della Profezia a Casa Black? Nulla.
La profezia metteva in chiaro una cosa: 'nessuno dei due può vivere se l'altro sopravvive'.
Insomma, miao...uno doveva essere ucciso dall'altro.
Ma questa è proprio la verità che Harry conosceva già in cuor suo: se L'Oscuro Signore lo cercava per ucciderlo, lui avrebbe dovuto difendersi, oppure soccombere.
Allora, almeno sotto questo aspetto, se i membri dell'Ordine della Fenice avessero reso partecipe il ragazzo del contenuto della profezia, dove sarebbe stata la novità per quest'ultimo?

"Ecco giungere il solo col potere di sconfiggere l'Oscuro Signore...
nato da chi lo ha tre volte sfidato, sull'estinguersi del settimo mese...
l'Oscuro Signore lo designerà come suo uguale, ma egli avrà un potere a lui sconosciuto...
e l'uno dovrà morire per mano dell'altro, perché nessuno dei due può vivere se l'altro sopravvive...
il solo potere di sconfiggere l'Oscuro Signore nascerà all'estinguersi del settimo mese...".

K.Rowling, Harry Potter e L'Ordine della Fenice, pag. 777, capitolo 37, La Profezia perduta.
Vedi la Fonte Wikipedia sull'analisi e il concetto di tale profezia.




                               

In effetti, Molly Weasley sembra proteggere il 'troppo giovane' Harry da una verità maledetta e malcelata solo per puro Amore materno, ma ovviamente c'è dell'altro.
E qui la Rowling è brava a far calare la nebbia sui reali motivi per cui il ragazzo non deve venire a conoscere di 'più di quanto abbia bisogno di sapere'.
Infatti tutta l'attenzione del lettore viene rapita dal falso dilemma proposto: si può essere ammessi nell'Ordine della Fenice a soli Quindici anni? (Risposta dello Stregatto: se sei sopravvissuto a un duello con Voldemort, ai piani di Silente, e sei mio amico, sicuramente si!).

A questo punto entra in gioco il vero burattinaio che regge i fili di Harry, Ron e Hermione per tutta la storia....Albus Silente e la sua perenne giustificazione morale, ovvero il 'Bene Superiore' (la sorella di Albus ne sa qualcosa: altra 'carne da macello' per parafrasare Severus Piton: tagliata di Ariana alla Grindelwald con rucola e parmigiano elfico, stagionato da diversi anni di ambizione).

Ora, però, non bisogna scordarci che Harry aveva la mente magicamente collegata con quella di Voldemort, e che il vecchio Tommy era a conoscenza solo dell'ultima parte della profezia.
 Inoltre, Piton non aveva ancora iniziato a insegnare al ragazzo l'Occlumanzia nel capitolo quinto.
Quindi, se Harry fosse venuto a sapere dall'Ordine della Fenice l'intera profezia, Voldemort avrebbe potuto accedere indirettamente a informazioni preziose e ricomporre il testo profezia prima di arrivare al capitolo trentasette, 'La Profezia Perduta'.
In pratica, sarebbe venuto a sapere che il giovane grifondoro, colui che era stato scelto come suo pari al posto di Neville Paciock (perché mezzosangue), possedeva 'un potere sconosciuto all'Oscuro Signore': L'amore. E allora?
Voldemort sapeva già che Harry aveva una protezione di magia antica fondata sull'amore di sua madre.
Infatti, sebbene potesse toccarlo di nuovo nel libro del Calice di Fuoco, non avrebbe mai potuto andare a ucciderlo dai Dursley. E qui la sottovalutata Petunia, appartenente allo stesso sangue della sorella Lily, batte Voldemort, ghghgh!

                                 

Si potrebbe pertanto miagolamente concludere che uno dei fattori su cui contava Albus Silente fosse proprio la forza dell'Amore materno e coccoloso profuso dalla Signora Weasley?
Naturalmente, per assicurarsi che, in realtà, fosse Voldemort colui che non avrebbe dovuto conoscere più di quanto avesse già saputo in precedenza dal giovane Piton.

Ma se Voldemort fosse venuto a conoscenza della profezia nella sua integrità, che cosa avrebbe potuto modificare nella sua strategia?
Sapere che la fonte del potere sconosciuto di Harry fosse l'Amore, avrebbe potuto cambiare qualcosa per un mago come Voldemort?

Ormai la selezione tra Harry e Neville era già stata fatta: il primo era il Prescelto.
Così era diventato l'Horcrux che lui, il Signore Oscuro, aveva creato involontariamente, donandogli parte dei suoi poteri.
E ipotizzerei che, a un certo punto della storia, anche Voldemort si rendesse conto che Harry era un Horcrux, altrimenti come si sarebbe spiegato il collegamento magico con il ragazzo, utile per ingannarlo.
Oppure no?
O forse era questa la verità che Silente voleva nascondere al suo antagonista?
Che Harry fosse un Horcrux creato da lui involontariamente, ma anche inconsapevolmente.
In tal caso, dovremmo porci questa domanda: si comprende che Harry è un Horcrux dal testo integrale della profezia?
Secondo me no. In questa ipotesi, è solo l'apprendimento dell'Occlumanzia che gioca un ruolo fondamentale.
E allora, quali altre possibilità si sarebbero aperte a Tom Riddle?

Avrebbe fatto uccidere il grifondoro da qualcun altro rinunciando ad ammazzarlo personalmente? (Per la verità la mordace Nagini c'era quasi riuscita a Godric's Hollow!...Dategli la pappa quando è l'ora, povera creatura).
Lo avrebbe fatto imprigionare come Grindelwald, senza ucciderlo, per difendere il suo pezzo di anima contenuto nel ragazzo? (Mica un'idea malvagia!...In compagnia di Ron e Hermione).
Oppure, vista la malasorte profetica, si sarebbe potuto ritirare a vita privata con Bellatrix, conoscere il potere dell'Amore, e procreare tanti Voldemortini da cruciare al momento del cambio del pannolino? (Eh già, una figlia sola non bastava! Cambiamo il titolo della poco credibile sceneggiatura teatrale: Harry Potter e La Maledizione dei Biberon-Giratempo degli Eredi).

Certo che lo scontro dialettico tra Sirius e Molly del capitolo quinto è stato notevole, un duello mancato, ghghgh!
Arthur aveva sudato freddo quando Sirius si era alzato dalla sedia.
"Mi sono giocato mia moglie" aveva pensato (uomo di poca fede!). Poi l'intervento di Lupin: "Siediti, Sirius".
In questa frase, si può notare l'autorità che Remus esercitava sull'impulsivo Sirius anche da ex prefetto. Silente non si era sbagliato a nominarlo.
Eppure Molly (altra donna sottovalutata) non era l'ultima arrivata: fu lei, in duello, a 'freddare' Bellatrix l'assassina di Sirius.

                               
Forse la risposta alla domanda iniziale potrebbe essere più semplice di quello che si pensi.
Probabilmente la Rowling che, per nostra fortuna, non ama le cose semplici, ha voluto creare più 'suspense letteraria', stratificando la trama di motivi più o meno plausibili meno, e di conseguenza, rendere la storia meno intellegibile e scontata in prima lettura.
Ma anche in seconda e in terza lettura, ghghgh!
In fondo lei ha scritto anche intricate trame di romanzi gialli! Magari, un giorno scriverà 'Assassinio sul Hogwarts Express!' ".
Chi avrà ucciso la torta alla panna con ciliege e salsicce? No...troppo semplice scoprire il colpevole.

Ecco il motivo per cui quella di Harry Potter è una storia immortale, e perché no, perfino un po' miagolosa!
Perché ancora oggi lascia tanto spazio alla fantasia, e molti dubbi e misteri affascinanti irrisolti.
Altrimenti non saremmo qui a miagolarne....Dopo tutti questi anni?...Sempre!
Che ne pensate?
Miagolosamente Vostro, Pietra Stregatto.

domenica 26 novembre 2017

L'Angolo-Cuccia di Pietra Stregatto: brevi riflessioni feline sulla saga e sul libro 'L'Ordine della Fenice'.


L'Angolo-Cuccia di Pietra Stregatto: brevi riflessioni feline sulla saga e sul libro 'L'Ordine della Fenice!

Care Miagolanti e cari Miagolosi amici,
desidero miagolamente rendervi partecipi di alcune piccole curiosità emerse dalla saga, che ho rilevato rileggendo pigramente il quinto libro, 'Harry Potter e l'Ordine della Fenice'.
Innanzitutto, la mia felina attenzione si è posata a pagina 326.
Siamo nel capitolo 'Alla Testa di Porco', il locale del buon Aberforth Silente, e stiamo assistendo alla prima riunione informale di studenti che darà origine al famoso 'Esercito di Silente'.

Tra i ragazzi presenti ci sono tre Corvonero, e uno di loro si chiama Anthony Goldstein!
Ovviamente, dopo aver visto il primo film della nuova saga di Newt Scamander, 'Animali Fantastici, dove trovarli', il cognome Goldstein ci riporta alla mente Porpentina Goldestein la futura moglie del Magizoologo.
Sarà solo un caso di un cognome molto comune, oppure c'è qualche collegamento con la famiglia di Scamander...oppure di Jacob, l'ottimo pasticcere?
E se Newt Scamander ha sposato Porpentina, perché non usare il cognome del marito?
A questo punto sorge anche il dubbio che nel diritto magico di Famiglia, forse più avanzato di quello babbano, i figli possano usare indifferentemente i cognomi dei genitori, magari a loro scelta.
Ma Anthony Goldstein potrebbe anche essere figlio o nipote di Newt e Porpentina!
Ovviamente, la Rowling non dice niente, e lascia fare a noi le miagolanti supposizioni.
Per la verità, Anthony potrebbe essere anche parente di Queenie, la sorella di Porpentina, e il fatto che sia stato smistato in Corvonero non ci aiuta molto.
In attesa pigrante di ragguagli e collegamenti da parte della Rowling, che ultimamente pigra più di me, siete avvisati! C'è un Anthony Goldstein che fa parte dell'esercito di Silente.

Una seconda zampettante riflessione riguarda il rapporto tra il ruolo di un 'Guaritore' e un 'Maestro di Pozioni'.
Nel capitolo dove Arthur finisce ferito al 'San Mungo', Reparto lesioni da Creature, (non morsi da stregatto!), si miagola di preparazioni di pozioni curative d parte dei Guaritori, che Ron tiene a distinguere bene dai medici babbani.
Eppure, anche un pozionista, come Severus Piton, ha ampiamente dimostrato di saper curare fatture e maledizioni.
Infatti, sebbene specializzato in cure contro la magia oscura, (ricordiamo le ferite di Draco e la mano di Silente da lui curate meglio di Madama Chips), Piton svolge indiscutibilmente un ruolo che, almeno in parte, assorbe anche quello del Guaritore.
A questo punto, sarebbe interessante sapere se anche Dilys Derwent, guaritrice del San Mungo e ex Preside di Hogwarts dal 1741 al 1768, (pagina 459 del suddetto libro), fosse anche una Maestra di Pozioni.
A che profitto saperlo, miagolerete voi?
Bé, credo che la materia di Pozioni sia un po' sottovalutata, a differenza di quelle materie dove si usa più spesso la bacchetta. Ma è bene ricordarsi che, a volte, una pozione fatta come si deve, fa la differenza fra la vita e la morte!
Arthur Weasley lo sa bene...doveva prendere una pozione rimpolpa sangue ogni ora: il morso di Nagini non permetteva la rimarginazione della ferita, salva la ricerca di un antidoto (pagina 462).
Ora si spiegano tante cose anche sulla inevitabile morte di Severus Piton.

Dulcis in miao-fundus, Vi segnalo una maledizione di cui non si miagola molto...la Maledizione 'Espelli-visceri' (pag. 461).
Il suo inventore è Urquhart Rackharrow, (1662-1697), che ritroviamo appeso al muro in un quadro di una corsia del San Mungo.
A questo punto la domanda sorge miagolosamente spontanea...che cosa ci fa un mago del genere ritratto in quadro appeso all'interno di ospedale?
Quali meriti da guaritori può avere uno che ha inventato una maledizione del genere, ghghgh?...O forse la traduzione dall'inglese è sbagliata?
Ai posteri miagolanti e commentanti, l'ardua e zampettante sentenza!
Miagolamente Vostro, Pietra Stregatto.



giovedì 28 settembre 2017

Il non-così-facile quiz sui Weasley

Tentiamo di rimetterci in pari almeno con i quiz proposti da Pottermore, partendo da uno dedicato alla famiglia Weasley uscito il 21 agosto scorso.
Potete trovare il questionario in questa pagina:
The not-so-easy Weasley quiz
Oppure al seguente collegamento diretto: https://www.qzzr.com/widget/quiz/

Il non-così-facile quiz sui Weasley

Passiamo senza indugio alla traduzione di domande e risposte:

venerdì 22 settembre 2017

Tipi di legno delle bacchette

Tipi di legno delle bacchette

A conclusione della serie di post sulle bacchette, comprendente la biografia del signor Olivander, lo studio su lunghezza e flessibilità, e le analisi sui vari nuclei per le bacchette, siamo giunti alle tipologie di legni da bacchetta prediletti dal famoso fabbricante di Diagon Alley.
Anche questo contenuto scritto da J.K. Rowling doveva essere sbloccato nel Momento 3 del capitolo 5 della Pietra Filosofale, ossia il seguente:

Harry Potter e la Pietra Filosofale: Olivander

C'erano alcune scatole per bacchette sulla sedia al centro della scena, tra Harry a sinistra e Garrick Olivander a destra. Scorrendovi sopra, compariva un alone violaceo attorno ad una di queste, bastava cliccarci e potevamo scoprire quanto segue:

lunedì 7 agosto 2017

Quiz "il Ragazzo che è Sopravvissuto"

Ci siamo ancora, anche se decisamente a singhiozzo! Come sappiamo, il 31 luglio era il compleanno di Harry Potter, il Ragazzo-Prescelto-Indesiderabile-Sopravvissuto eccetera eccetera.
In occasione di questa ricorrenza, Pottermore ha pubblicato l'ennesimo quiz a tema, ormai abbiamo decisamente perso il conto. Se volete mettervi alla prova, cliccate il link sottostante:
The Boy Who Lived quiz
Come di consueto, vi diamo anche il link per fare il quiz senza passare attraverso Pottermore, a volte qualcuno ha difficoltà a caricare le pagine con i test: https://www.qzzr.com/widget/quiz

Quiz "il Ragazzo che è Sopravvissuto"

E ora, dedichiamoci alla traduzione di domande e risposte, nonché all'analisi delle risposte corrette e non:

giovedì 6 luglio 2017

Il quiz definitivo sulla Pietra Filosofale

Nonostante il ritardo, anche stavolta abbiamo portato a termine la traduzione dell'ennesimo questionario di Pottermore. A che punto è la vostra preparazione riguardo al primo libro della saga: la Pietra Filosofale?

Quiz sulla Pietra Filosofale

La scelta del tema per questo nuovo quiz non è casuale: come saprete, a partire dal 23 giugno 2017 Pottermore ha aperto il "Club del Libro", a cui potete accedere facendo il login nel vostro profilo di Pottermore. In sostanza di tratta di leggere (o rileggere) le avventure di Harry, scoprire il tema che verrà trattato settimanalmente su Pottermore, ed eventualmente partecipare alla relativa discussione tramite Twitter.
Se non avete un profilo Twitter, potete comunque leggere parte dei messaggi in Pottermore, ma resta inteso che è tutto in inglese. Diciamo che a noi del blog non cambia la vita, non ci sentiamo minimamente coinvolti in questo cosiddetto "club".

Detto questo, ecco dove potete mettere alla prova la vostra preparazione sul primo libro della saga:
The ultimate Philosopher's Stone quiz
Vi diamo anche il link diretto, come nostra abitudine, nel caso Pottermore dovesse fare i capricci: https://www.qzzr.com/widget/quiz

giovedì 15 giugno 2017

Nuclei delle bacchette

Nuclei delle bacchette

Torniamo a dedicarci alle bacchette, con il contenuto che approfondisce gli aspetti relativi al materiale magico migliore per produrne i nuclei.

Harry Potter e la Pietra Filosofale: Olivander

Il contenuto che segue si sbloccava, ancora una volta, nel terzo Momento del capitolo 5 della Pietra Filosofale, così come tutti gli altri relativi alla "scienza delle bacchette secondo Olivander".
Questo in particolare, si sbloccava cliccando su una scatola di bacchetta nascosta tra gli scaffali a sinistra di Harry, ci sembra azzeccato dire che era esattamente come "cercare un ago in un pagliaio"...

venerdì 26 maggio 2017

Lunghezza delle bacchette e flessibilità

Lunghezza delle bacchette e flessibilità

Oggi parliamo di due caratteristiche delle bacchette nel Magico Mondo di J.K. Rowling. A raccontarci le sue osservazioni è il miglior fabbricante per eccellenza, il signor Olivander in persona!
La traduzione che vi proponiamo sotto è quella presente nel vecchio Pottermore,

Harry Potter e la Pietra Filosofale: Olivander

Nel Momento che vedete sopra, il terzo del capitolo 5 della Pietra Filosofale, si potevano sbloccare tutti i contenuti riguardanti il signor Olivander e la sua misteriosa arte. Per il testo che vi proponiamo oggi, si doveva frugare fra le scatole accatastate sulla sedia al centro della scena: una in particolare produceva un alone violaceo al passaggio del mouse, e cliccandola consentiva di leggere il brano che trovate a seguire.

venerdì 12 maggio 2017

Signor Olivander

Signor Olivander

Con la biografia di Olivander, vogliamo dare inizio a una serie di contenuti esclusivi incentrati sull'arte della fabbricazione delle bacchette, nella saga di Harry Potter.
Pertanto, nelle prossime settimane pubblicheremo i contenuti, scritti da J.K. Rowling, riguardo a nuclei, lunghezza, flessibilità e legno delle bacchette prodotte dal signor Olivander, e vendute nel suo celebre negozio di Diagon Alley: "Olivander: Fabbrica di bacchette di qualità superiore dal 382 a.C.".

Harry Potter e la Pietra Filosofale: Olivander

Per poter leggere la biografia del famoso artigiano nel vecchio Pottermore, dovevamo visitare il terzo Momento del capitolo 5, intitolato appunto "Olivander". La scena è piuttosto cupa, ambientata fra i polverosi scaffali del negozio, un ambiente decisamente angusto. Era sufficiente cliccare sul personaggio a sinistra, vestito di verde: è proprio Garrick Olivander.

sabato 6 maggio 2017

La Battaglia di Hogwarts - il Quiz

In occasione dell'anniversario della "Battaglia di Hogwarts", atto finale della seconda (e si spera definitiva) guerra contro Lord Voldemort, avvenuta il 2 maggio 1998, Pottermore ha pubblicato un questionario dedicato.
Lo trovate in questa pagina:
The Battle of Hogwarts Quiz
Come sempre, vi diamo il link diretto, qualora non si carichi correttamente la pagina:
https://www.qzzr.com/widget/quiz

La Battaglia di Hogwarts - il Quiz

Non fa male ricordare anche questi eventi fantasy, dovrebbe essere un modo per farci riflettere sulle guerre realmente in corso nel mondo.
Evidentemente, a riflettere sono le persone sbagliate, stando alle notizie che ci giungono quotidianamente dal mondo Babbano.
Detto questo, torniamo al nostro piccolo Mondo Magico e occupiamoci di dare traduzione e risposte al quiz: quanto conoscete bene la Battaglia di Hogwarts?

mercoledì 26 aprile 2017

La Mappa del Malandrino

Mappa del Malandrino

Nel mese di marzo abbiamo parlato in più di una occasione dei Malandrini: abbiamo ricordato i compleanni di Remus Lupin e James Potter, tradotto il quiz di Pottermore sulle vostre conoscenze riguardo ai Malandrini, rispolverato i contenuti esclusivi sui Lupi Mannari e, soprattutto, la biografia di Remus Lupin.
Il tema prosegue con quella che è la più famosa creazione dei Malandrini, ossia Remus Lupin, Peter Minus, Sirius Black e James Potter: stiamo parlando della Mappa del Malandrino!

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban: Dissendium

Nel Momento illustrato sopra, intitolato "Dissendium" e tratto dal capitolo 10 di Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, vediamo proprio Harry intento a usare la Mappa per la prima volta.
Ricorderete che sono stati i gemelli Fred e George Weasley a fargliene dono, i quali a loro volta l'hanno "prelevata" dall'ufficio di Mastro Gazza durante il loro primo anno a Hogwarts.
Era sufficiente cliccare sul foglio di pergamena in mano a Harry per leggere questo testo:

giovedì 20 aprile 2017

[QUIZ] Quanto conoscete Albus Silente/Dumbledore?

Avrete certamente saputo dell'ultimo colpaccio cinematografico messo a segno nel Mondo Magico di J.K. Rowling: nientemeno che Jude Law è entrato a far parte del cast del prossimo "Animali Fantastici", e ricoprirà l'importante ruolo di Albus Silente!
In Pottermore erano pronti al lancio della notizia, tant'è che due giorni dopo se ne sono usciti con un nuovo questionario ad hoc:
The Albus Dumbledore quiz
Come sempre, vi diamo il link diretto al quiz, qualora non dovesse funzionare tramite Pottermore:
https://www.qzzr.com/widget/quiz
Notevole tempismo, non c'è che dire.


Ora vi lasciamo alla nostra traduzione, con annesse risposte corrette, non prima di aver ringraziato Marta Cerioli per il contributo alla traduzione:

martedì 4 aprile 2017

[QUIZ] Quanto conoscete bene la Foresta Proibita?

Per chi ancora non ne fosse a conoscenza, presso gli Studios di Londra è possibile visitare una nuova espansione delle ambientazioni per i film di Harry Potter. Si tratta della Foresta Proibita, con tanto di Aragog formato gigante!
In ottica promozionale, anche lo staff di Pottermore si è dato da fare, proponendo un nuovo questionario a tema. 23 domande, tutte incentrate sulle creature che abitano la Foresta nel comprensorio di Hogwarts, o su avvenimenti che vi hanno avuto luogo nel corso della storia narrata nei sette libri canonici.

Quanto conoscete bene la Foresta Proibita?

Se volete affrontare il test, ecco dove potete trovarlo in Pottermore:
The Forbidden Forest Quiz
Se la pagina di Pottermore non dovesse caricarsi adeguatamente, potete trovarlo anche qui: https://www.qzzr.com/widget/quiz

Qualcuno nello staff di Pottermore dovrebbe decidersi a raccoglierli in una sezione apposita, ormai questi quiz stanno diventando parecchi, e se uno deve cercarli da solo nella sezione "Features" rischia di ammattire.
Se poi decidessero di associarli al nostro profilo (che ha utilità praticamente nulla, una volta fatti i quattro test di Smistamenti, Bacchetta e Patronus), avremmo anche una bella sezione di statistiche della nostra preparazione sul Mondo Magico di J.K. Rowling. Ma insomma, troppa grazia!
Noi, data la nostra vecchia passione per le guide dettagliate, abbiamo raccolto tutte le nostre traduzioni dei questionari sotto l'etichetta "Quiz": pottermoreguida.blogspot.it/search/label/Quiz
La potete raggiungere dal menù, alla voce "Guida a Pottermore", sottovoce "Quiz di Pottermore". Oppure tramite il widget "Etichette" sul lato destro del blog, poco sotto la mini-chat.

sabato 1 aprile 2017

Buon compleanno... Fred e George Weasley!

Oggi festeggiamo, e purtroppo ricordiamo, il compleanno degli inimitabili fondatori di Tiri Vispi Weasley. Impossibile scindere il loro duo: tanti auguri a Fred e George Weasley!

Scheda di Fred e George Weasley

Abbiamo scelto di ricordarli con una immagine che li rappresenta perfettamente. All'apice della loro disobbedienza scolastica, quando dopo aver messo a ferro e fuoco (letteralmente) il castello di Hogwarts, sfuggono all'ira di Dolores Umbridge volando a cavallo delle loro scope verso il tramonto. Tutto questo, non prima di aver lasciato a Pix il compito di tenere sempre viva la loro eredità!

Per festeggiarli a dovere, e in allegria come certo vorrebbe Fred, abbiamo deciso di tradurre questa infografica di Pottermore sulle loro marachelle: Fred and George Weasley: Troublemakers-in-Chief
Ecco qui!

mercoledì 29 marzo 2017

Remus Lupin

Remus Lupin

Dopo il quiz sui Malandrini e il contenuto sui Lupi Mannari, era inevitabile proseguire l'argomento con la biografia del personaggio di cui abbiamo più parlato ultimamente: Remus John Lupin.
Abbiamo iniziato proprio il 10 marzo, con un post dedicato all'anniversario della sua nascita, mentre oggi vi proponiamo un lungo contenuto esclusivo, ossia la sua biografia scritta da J.K. Rowling.

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban: L’ufficio del professor Lupin

La pubblicazione di questo testo in Pottermore risale al 31 luglio 2013, e probabilmente era uno dei testi più attesi dai fan della saga. La struggente storia di Remus non lascia insensibili!
Per poter leggere il contenuto dovevamo esplorare il Momento 1 del capitolo 22, di Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, che vedete sopra. Vediamo Silente e Harry a destra, mentre osservano desolati l'ormai ex professor Lupin, mentre lascia il suo ufficio da insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure. Cliccando proprio su Remus si sbloccava la biografia:

lunedì 27 marzo 2017

Buon compleanno... James Potter

Sembra che non riusciamo a uscire dall'argomento "Malandrini", oggi infatti ricorre l'anniversario di nascita di un altro componente della piccola banda che imperversava per Hogwarts negli anni '70: oggi ricordiamo il compleanno di James Potter.

Scheda di James Potter

mercoledì 22 marzo 2017

Lupi Mannari

Lupi Mannari

Restiamo in tema "Malandrini", recentemente riscoperti con il quiz ideato dallo staff di Pottermore, e analizziamo la particolare caratteristica di uno di loro: stiamo parlando della licantropia da cui è affetto Remus Lupin.
J.K. Rowling aveva affrontato l'argomento in passato, pubblicando un contenuto esclusivo nel vecchio Pottermore che scioglieva alcuni dubbi al riguardo. I Lupi Mannari, nel suo universo magico, hanno caratteristiche particolari, che li distinguono dalle creature del comune folclore.

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban: Luna piena

Per scoprire i dettagli della sua visione dei licantropi, dovevamo raggiungere l'esplorazione del Prigioniero di Azkaba illustrato nel vecchio sito. Nel Momento che vedete sopra, appartenente al capitolo 20 - Il bacio dei Dissennatori, e intitolato "Luna piena", osservavamo Sirius in forma di Animagus/cane nero, a sinistra, lottare contro Remus nel suo aspetto da Lupo Mannaro, a destra.
Se ve lo state chiedendo, non è un errore aver rappresentato Remus semplicemente come un grosso lupo grigio. E' la forma mostruosa del film ad essere diversa dalla visione della Rowling, non viceversa.
In ogni caso, cliccando sul lupo grigio sbloccavamo il brano esclusivo:

martedì 14 marzo 2017

[QUIZ] Quanto conosci bene Lunastorta, Codaliscia, Felpato e Ramoso?

Con un po' di ritardo causa fine settimana di relax, siamo pronti anche stavolta con la traduzione dell'ultimo questionario ideato dallo staff di Pottermore.
Stavolta parliamo dei Malandrini di Hogwarts: James Potter/Ramoso, Sirius Black/Felpato, Remus Lupin/Lunastorta e Peter Minus/Codaliscia.
Eccolo qui:
How well do you know Moony, Wormtail, Padfoot and Prongs?
Se vi serve il link diretto al quiz, nel caso in cui la pagina di Pottermore non carichi correttamente, potete cliccare qui: https://www.qzzr.com/widget/quiz/


E ora, ecco a voi la nostra amatoriale e zampettante traduzione:

venerdì 10 marzo 2017

Buon compleanno... Remus Lupin!

Quest'oggi ricordiamo con affetto uno dei personaggi più drammatici della saga, la sua storia ha commosso praticamente tutti i fan della saga. Ricorre oggi il compleanno di Remus John Lupin, insegnante di Difesa Contro le Arto Oscure preferito da Harry:

Scheda di Remus Lupin

giovedì 9 marzo 2017

Buon compleanno... Sibilla Cooman!

Oggi facciamo i nostri auguri di buon compleanno alla professoressa di Divinazione di Hogwarts. Una materia controversa tanto quanto l'insegnante designata: Sibilla Cooman!

Scheda di Sibilla Cooman

venerdì 3 marzo 2017

Colori

Colori

Come sapete, J.K. Rowling non ha lasciato nulla al caso creando il suo Mondo Magico. Dai nomi dei luoghi fino alle storie dei singoli personaggi, passando per incantesimi e pozioni, c'è sempre una simbologia o una motivazione alla base delle sue scelte.
Tra i vari aspetti di cui ha tenuto conto nella stesura dell'universo in cui ha ambientato la storia di Harry, c'è anche quello dei colori.
Nel contenuto esclusivo che segue si parla appunto di quello che i colori rappresentano per i maghi e le streghe, dall'abbigliamento ai colori delle Case di Hogwarts.
Per certi aspetti il Mondo Magico sembra essere molto più variopinto e fantasioso di quello babbano, basta guardare l'immagine sotto: il colpo d'occhio sul campeggio, allestito in occasione della Coppa del Mondo di Quidditch del 1994, riempie davvero di allegria!

Harry Potter e il Calice di Fuoco: Il campeggio

Il Momento sopra naturalmente è tratto da Harry Potter e il Calice di Fuoco, e vi si potevano osservare scenette divertenti, dato che a suo tempo conteneva delle animazioni. Ad esempio in basso a destra vediamo un mago intento a rincorrere due bambine su dei manici di scopa giocattolo, mentre sfrecciano tra le tende! In alto, ancora a destra, osserviamo le tende dei tifosi dell'Irlanda, perfettamente mimetizzate sotto una coltre di trifoglio, mentre a sinistra in basso notiamo quella che sembra una nonnetta in camicia da notte.
Ebbene, si tratta del vecchio Archie! Un mago refrattario ad indossare abbigliamento babbano convenzionale, necessario alla mimesi: aveva preferito abbigliarsi con una camicia da notte a fiori, chiaramente da donna, e rifiutava di indossare un paio di regolamentari pantaloni da uomo, sostenendo con indignazione che preferiva «prendere un po' d'aria attorno alle mie parti private, grazie»!
In ogni caso, per leggere il contenuto esclusivo "Colori" bastava cliccare sulla grossa tenda a righe verticali bianche e rosse:

mercoledì 1 marzo 2017

Buon compleanno... Ron Weasley!

Quest'oggi facciamo tantissimi auguri a un leale amico, un coraggioso Grifondoro, un simpaticissimo compagno di avventure: buon compleanno a Ronald Weasley!

Scheda di Ronald Weasley

venerdì 17 febbraio 2017

L'elenco dei 40 nomi originari

L'elenco dei 40 nomi originari

Il contenuto esclusivo che vi presentiamo oggi è di genere diverso dal solito. Non contiene approfondimenti sul Mondo Magico, o biografie di personaggi. Si tratta di uno scorcio sui primi appunti che J.K. Rowling ha steso agli inizi della sua più grande avventura, quando ancora non sapeva dove quegli abbozzi l'avrebbero condotta.

Harry Potter e la Pietra Filosofale: I compiti di Incantesimi

Potevamo sbloccarlo già nel vecchio Pottermore, nel Momento che vedete sopra: si tratta del primo Momento del capitolo 11 della Pietra Filosofale, intitolato "I compiti di incantesimi". La scena è ambientata nella sala comune di Grifondoro, vediamo sparsi sul tavolo libri, pergamene, piume e vari altri oggetti appartenenti agli studenti. Sul davanzale della finestra c'è un barattolo contenente una fiamma magica di colore blu, certamente opera di Hermione, mentre la vista sull'esterno ci mostra la capanna di Hagrid a sinistra, col Platano Picchiatore (o Salice Schiaffeggiante) sulla destra.
Scorrendo sul libro aperto al centro della scena si poteva girare una pagina, per poi cliccare sulla successiva per leggere il contenuto:

lunedì 13 febbraio 2017

Buon compleanno... Luna Lovegood!

Oggi facciamo i nostri più calorosi di buon compleanno alla dolce, unica e coraggiosa Corvonero che preferiamo: tantissimi auguri a Luna Lovegood!

Scheda di Luna Lovegood

sabato 4 febbraio 2017

Quiz su professori e materie di Hogwarts

Pare che Pottermore non si decida a lasciarci pigrare in pace, a distanza di nemmeno una settimana dal precedente quiz sulla Magizoologia, siamo di nuovo alle prese con un nuovo questionario!
Evidentemente, ci hanno preso gusto a farci spulciare i libri.

Quiz su professori e materie di Hogwarts

Stavolta torniamo sui banchi di scuola, perché ci vengono sottoposti 24 quesiti tutti riguardanti i docenti di Hogwarts, le materie da solo insegnate, i libri di testo utili, il piano di studi magici e molto altro.
Trovate il test in questa pagina di Pottermore:
The Hogwarts professors and classes quiz
Se non dovesse funzionare, provate al link diretto che segue: www.qzzr.com/widget/quiz/

La scusa per lanciare questo questionario è prepararsi alla "Harry Potter Book Night 2017", che si terrà nella notte di sabato 4 febbraio.
Noi vi diamo una mano con la nostra traduzione "alla buona" delle domande e relative risposte, ricordandovi come sempre che trovate le soluzioni nascoste con un pulsantino grigio.
Ogni volta cerchiamo di dare dettagliate istruzioni su come verificare la fonte nei libri, tralasciando la pagina perché può variare a seconda dell'edizione cartacea o del supporto elettronico da cui leggete.

Prima di iniziare, un doveroso ringraziamento va alla nostra amica Marta C., che ci ha inviato la sua traduzione del questionario, un confronto è sempre utile! Grazie Marta!

giovedì 2 febbraio 2017

Vernon e Petunia Dursley

Vernon e Petunia Dursley

Poiché abbiamo ricordato il compleanno di Lily Evans Potter proprio qualche giorno fa, abbiamo pensato di fare un piccolo approfondimento sulla sua famiglia Babbana, er quel poco che ne sappiamo.
Le notizie sugli Evans sono davvero poche, se si escludono le loro origini totalmente Babbane. Nella saga, l'unica parente ancora in vita di Lily è la sorella Petunia, e J.K. Rowling ha approfondito alcuni aspetti della sua vita col marito Vernon in un contenuto esclusivo appositamente dedicato.
Si tratta di uno dei primi testi disponibili in Pottermore, da sbloccare in Harry Potter e la Pietra Filosofale:

Harry Potter e la Pietra Filosofale: Il ripostiglio del sottoscala

Quello che vedete sopra è il primo Momento del capitolo 2, intitolato "Il ripostiglio del sottoscala". Si tratta dell'interno della casa dei Dursley, il celebre Numero 4 di Privet Drive. Oltre alle scale e ai muri dal colore discutibile, si intravede una piccola porzione dell'immacolata cucina di zia Petunia, più uno scorcio della desolante "stanza" di Harry.
Nella scena interattiva potevamo scorrere sulla cordicella per accendere la misera lampadina, far muovere i numeri del contatore e osservare un ragno gironzolare tra i calzini di Harry.
Per leggere il contenuto sui Dursley, si doveva cliccare sul portafoto posto sopra al tavolino, appena fuori dal ripostiglio.

lunedì 30 gennaio 2017

Buon compleanno... Lily Potter

Oggi ricorre l'anniversario della nascita di una strega talentuosa, nonché madre coraggiosa: ricordiamo insieme a voi la Grifondoro Lily Potter, nata Evans!

Scheda di Lily Potter

sabato 28 gennaio 2017

Quiz sulle creature magiche: sei un potenziale Magizoologo?

Alcune ore fa Pottermore ci ha deliziati con due interessanti novità.
La prima riguarda l'audio-libro inglese "Fantastic Beasts and Where to Find Them", in uscita il 14 marzo 2017. Eddie Redmayne, volto cinematografico del Magizoologo Newt Scamander, ha prestato la sua voce proprio per la realizzazione dell'audio-libro del compendio, nella versione inglese natralmente! Trovate la notizia in questo articolo: Eddie Redmayne has recorded the new Fantastic Beasts audio book as Newt Scamander

Quiz sulle creature magiche: sei un potenziale Magizoologo?

La seconda novità riguarda un nuovo quiz, a tema "creature fantastiche". Se volete affrontarlo, potete recarvi in questa pagina di Pottermore:
The magical creatures quiz
In alternativa, se il sito non dovesse caricare il test a fondo pagina, vi suggeriamo di provare al seguente link diretto: www.qzzr.com/widget/quiz/

Come di consueto, ci siamo nuovamente messi alla prova con la traduzione delle domande e delle risposte, per chi volesse approfondire trovate anche le soluzioni nascoste con un tasto grigio.
A voi!

venerdì 27 gennaio 2017

Gilderoy Allock

Gilderoy Allock

Come promesso, oggi vi proponiamo la biografia del professor Gilderoy Allock, o Lockhart in originale.
Il secondo insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure di Harry è apparso sulla scena nella più nota libreria di Diagon Alley, il Ghirigoro, ma è in un Momento successivo del vecchio Pottermore che potevamo sbloccare la sua biografia. O meglio, in due Momenti.

Harry Potter e la Camera dei Segreti: L’ufficio di Allock

Curiosamente, la biografia del bislacco professore è stata pubblicata in due parti, e in due diverse scene di Harry Potter e la Camera dei Segreti. La prima parte era accessibile dal Momento illustrato sopra, nel capitolo 7, intitolato "L'ufficio di Allock". In questa scena vediamo Harry in punizione nell'ufficio del professore, intento ad aiutarlo a rispondere alle centinaia di lettere di ammiratori (o più precisamente, ammiratrici). Il professore si trova alla finestra, mentre sulla parete potevamo ammirare una collezione di suoi ritratti magici (quindi animati) nelle situazioni più disparate.
La seconda parte, pubblicata in un secondo momento, si trovava nel capitolo 13, nella scena intitolata "Il giorno di San Valentino".
Unendo i pezzi, si otteneva questa biografia del personaggio:

giovedì 26 gennaio 2017

Buon compleanno... Gilderoy Allock!

Oggi si festeggia il compleanno di un professore di Difesa Contro le Arti Oscure, in particolare dell'assegnatario della cattedra in Harry Potter e la Camera dei Segreti: Gilderoy Allock (Lockhart in originale)!

Scheda di Gilderoy Allock
Harry Potter - Sorting Hat 3