Iniziative in corso

Traduzione del test per scoprire il Patronus Traduzione dello Smistamento a Ilvermorny Guarda da vicino del vecchio Pottermore Scritti da J.K. Rowling Immagini di Pottermore Certificato di Pottermore Traduzione domande Smistamento a Hogwarts Traduzione domande Bacchetta Download vari

mercoledì 6 luglio 2016

Il Profeta della Domenica - BGR v JPN

Il Profeta della Domenica

Oggi riscopriamo la seconda semifinale alla Coppa del Mondo di Quidditch di due anni fa. Dopo il Brasile, a chi toccherà accedere alla finale?

Bulgaria v Giappone

Alla Bulgaria del veterano Viktor Krum? Oppure al Giappone del premiato duo di Battitori, Hongo e Shingo? A seguire trovate l'articolo di Ginny con il risultato dello scontro!

Il Profeta della Domenica
Sport
06 luglio 2014


BULGARIA CONTRO GIAPPONE

Dalla corrispondente per il Quidditch della Gazzetta del Profeta nel deserto della Patagonia, Ginny Potter.


Bulgaria 610 – Giappone 460

Un minuto prima di scendere in campo per la seconda semifinale, il Battitore bulgaro Boris Vulchanov mi ha detto: "Siamo stati gli sfavoriti per tutto il torneo. Abbiamo tutto da guadagnare e nulla da perdere. Ce la metteremo tutta".

E nessuno può contraddirlo. L'unica consolazione per i Giapponesi, che hanno fatto scintille per tutto il torneo e regalato al mondo due nuovi eroi, i Battitori Shingo e Hongo, è aver partecipato in una semifinale che verrà ricordata a lungo per il numero altissimo di punti segnati e per le grandissime emozioni che ci ha regalato.

Come previsto, Shingo e Hongo hanno dominato le prime fasi della partita, che è stata interrotta due volte per dare assistenza medica ai Bulgari, sei dei quali avevano riportato ferite alla testa entro un'ora dall'inizio.

Poi abbiamo assistito a un triplo esempio di spirito sportivo che non sarà facilmente dimenticato. Tra i Bolidi che volavano come palle di cannone, Vulchanov si è frapposto di proposito per proteggere un compagno di squadra, il Cercatore Krum, intento a inseguire il Boccino. Vulchanov ha perso conoscenza per il colpo ed è caduto dalla scopa, ma la Cercatrice giapponese Noriko Sato l'ha afferrato e salvato. Visto che la Sato era impossibilitata a inseguire il Boccino, Krum si è fermato, senza approfittare del vantaggio temporaneo. Krum, la Sato e Vulchanov (una volta rianimato) sono stati accolti da una standing ovation unanime degli spettatori alla ripresa della partita.
Mentre la difesa dei giapponesi si è giustamente guadagnata il plauso del mondo del Quidditch, il lavoro dei Cacciatori Ryuichi Yamaguchi, Kimiko Kurosawa e Yoshi Wakahisa non va ignorato. All'ottava ora di gioco, i Giapponesi si trovavano in vantaggio di 250 punti. Nonostante l'enorme distacco, i Bulgari continuavano a contrastare Shingo e Hongo. Non si può dire che ci fosse eleganza nel loro gioco, ma il coraggio era innegabile.

Quando il Boccino è ricomparso, Krum ha inseguito la Sato e l'ha costretta ad allontanarsi, ma si è rifiutato di afferrarlo. Intendeva forse dimostrare la propria fiducia nei compagni, in netto contrasto con la famigerata cattura della finale del 1994, quando Krum mise fine alla partita per evitare ulteriori umiliazioni da parte degli Irlandesi.

È stato questo il vero punto di svolta della partita. I Bulgari hanno cominciato a segnare un punto dietro l'altro, chiudendo finalmente il distacco con pura testardaggine e una performance più robusta in difesa. Quindi, durante la decima ora di gioco, si è verificato un capovolgimento straordinario: Krum ha eseguito una magnifica manovra diversiva per fare credere alla Sato di voler evitare la linea visuale di Hongo, e prima che la folla o gli altri giocatori si rendessero conto di cosa stesse succedendo, ha catturato il Boccino. Lo stupore della folla è stato tale che ben dieci secondi di totale silenzio sono passati prima che i fan bulgari osassero esultare. I festeggiamenti sono tuttora in corso, ma solo i duri di cuore non potrebbero simpatizzare con i Giapponesi, che ora dovranno sfidare gli Stati Uniti d'America per giocarsi il terzo posto.

Quindi, abbiamo finalmente i nomi delle due finaliste: Brasile e, statisticamente a sorpresa, Bulgaria!
Riassumiamo rapidamente il percorso di bulgari e giapponesi al torneo del 2014.

Il Giappone ha esordito alla QWC del 2014 scontrandosi con la Polonia agli ottavi di finale. Ricorderete la sostituzione del Cercatore della Polonia, nelle fasi iniziali si parlava di un certo Bonawentura Wójcik in relazione con il famoso italiano Luciano Volpi, mentre nella partita degli ottavi ha giocato Wladyslaw Wolfke.
Giunto ai quarti di finale, il Giappone ha affrontato la Nigeria, seconda favorita nel torneo insieme alla Norvegia, in una titanica lotta fra Battitori. Nell'articolo abbiamo appreso l'esistenza di una particolare, quanto discussa, scopa da corsa prodotta a Manchester: la Thunderbolt VII. Per quanto si considerino concorrenti delle Firebolt, le Thunderbolt sembrano avere grossi problemi di resistenza agli urti, con evidenti ripercussioni sulla sicurezza dei giocatori, soprattutto quando "il gioco si fa duro"!

Per quanto riguarda la Bulgaria, hanno iniziato battendo la Nuova Zelanda agli ottavi di finale. Di questa partita ricordiamo la rivalità tra il Cacciatore neozelandese Dennis Moon, e la sua controparte bulgara, Bogomil Levski. Il loro acceso antagonismo è sfociato nella collisione fra i due e nella conseguente espulsione di Moon, reo, secondo l'arbitro, di aver provocato di proposito l'incidente.
Ai quarti di finale la Bulgaria ha affrontato l'altra favorita del torneo, la Norvegia. Quindi la semifinale di cui parliamo oggi vedeva lo scontro fra le nazionali che hanno "fatto fuori" le favorite alla vittoria del torneo!
La partita si era conclusa piuttosto rapidamente, se consideriamo che entrambe le formazioni di Cacciatori avevano avuto il tempo di segnare appena due goal a testa! Una cattura rapidissima del Boccino da parte di Krum, insomma.

A seguire, i nomi dei giocatori delle squadre fin qui raccolti:

BULGARIA
GIAPPONE
Portiere
-
-
Battitori
Boris Vulchanov
-
Masaki Hongo [1]
Shintaro Shingo
Cacciatori
Bogomil Levsky
Nikola Vassileva
-
Ryuichi Yamaguchi
Kimiko Kurosawa
Yoshi Wakahisa
Cercatore
Viktor Krum
Noriko Sato
Allenatore
-
-

[1] I nomi propri dei due Battitori giapponesi sono comparsi nella rubrica relativa alle scommesse di Ludo Bagman, del 02 luglio.

Riassumiamo infine alcune caratteristiche della Bulgaria:
  • non conosciamo ancora la mascotte portata da questa nazionale nel 2014, ma ricordiamo per certo quella che li accompagnava nel 1994, ossia un corpo di ballo di Veela;
  • le scope da corsa in uso ai bulgari sono delle Firebolt Supreme, probabile modello perfezionato della famosa ed eccezionale Firebolt;
  • è la terza volta che la Bulgaria raggiunge la finale negli ultimi 22 anni. Nel 1994 ha perso contro l'Irlanda, nel 2002 è stata sopraffatta dall'Egitto, e ora si trova a dover affrontare il Brasile.
Ludo Bagman, nel suo articolo del 2 luglio 2014, li dava perdenti già contro il Giappone, ed è stato smentito. Quali altre sorprese ha in serbo per noi questa squadra?
Nell'attesa della finale, vediamo i risultati aggiornati:

Risultato della seconda semifinale, giocata tra Bulgaria e Giappone

Il tabellone a schermo intero si trova CLICCANDO QUI.

5 commenti:

  1. Miao a tutti,

    secondo voi, che cosa ha visto Hermione in Ron che Krum non ha?

    a) i capelli rossi;
    b) un pantofolaio che non avrebbe disturbato la sua carriera al Ministero;
    c) una classe cristallina;
    d) Crosta:
    e) un manico di scopa formato famiglia (per volare!);

    Potete allegare altre risposte, ghghghgh!!!
    Stregattaccio dispettoso.

    RispondiElimina
  2. OmbraUnicorno6 luglio 2016 15:57

    Secondo me i maglioni fatti a mano da mamma Weasley!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao OmbraUnicorno,

      come ho potuto scordarmi di mamma Weasley!
      Sono i maglioni che salvano i matrimoni!.....D'inverno, ghghghggh!!!
      Stregatto in cerca di gomitoli.

      Elimina
  3. Ciao Stregatto, non ha potuto vederci niente perché l'amore è cieco. Ma si sa, le donne intelligenti prediligono uomini semplici e pragmatici... ciao a tutti da Lidia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miao Lidia,

      giusto! Consiglieremo alla Granger di mettere un lucchetto a Ponte Milvio, e di non buttare via al chiave!.....Semplice e pragmatico, ghghghgghgh!
      Tuo Stregattaccio.

      Elimina

AVVISO: Benvenuti! Potete commentare pur non essendo registrati, ma sapete che è possibile inserire un nickname? Nella tendina "Commenta come" c'è l'opzione "Nome/URL". Inserite soltanto un nome e cliccate su continua, potrete così identificare facilmente i vostri commenti! Buona permanenza nel blog!

Harry Potter - Sorting Hat 3